Cosenza

Cosenza

Santa Maria Del Cedro. La banda ultralarga sbarca in Calabria

Scritto da Redazione

Santa Maria del Cedro si appresta a diventare la pietra miliare della rivoluzione tecnologica calabrese. Partiranno infatti nelle prossime settimane i cantieri per la realizzazione di una rete di telecomunicazione a banda ultralarga, lavori che fanno di Santa Maria uno dei primi comuni della regione a dotarsi di un’infrastruttura del genere. Una decisiva innovazione coadiuvata e sancita dal Consigliere comunale Mauro Limongi , dal Sindaco Ugo Vetere e dai referenti di Open Fiber, la società per azioni chiamata a realizzare la rete pubblica che consentirà a cittadini e imprese di beneficiare di velocità di connessione al web finora inedite. Le risorse stanziate non graveranno sul bilancio del Comune: l’infrastruttura è infatti finanziata con fondi regionali e statali e resterà di proprietà pubblica. Le attività verranno coordinate da Infratel, società “in house” del Ministero dello Sviluppo Economico, con l’attenta supervisione della Regione Calabria. Il Piano banda ultralarga (BUL) prevede interventi di digitalizzazione in buona parte dei centri calabresi, per un investimento complessivo di circa 30 milioni di euro. A Santa Maria del Cedro il cablaggio in fibra ottica FTTH (Fiber-To-The-Home, cioè la fibra fino a casa, modalità tecnologica che consente velocità di connessione di 1 Gigabit al secondo e latenza inferiore ai 5 millisecondi) riguarderà circa 700 unità immobiliari.

La Soddisfazione del Sindaco Ugo Vetere
“Questo tipo di progettualità pongono Santa Maria del cedro al centro di progetti innovativi che dimostrano come sempre la lungimiranza di questa amministrazione che tanto ha investito per creare una cittadina più evoluta”.

Le dichiarazioni del Consigliere Mauro Limongi:
“Una rete a banda ultralarga permette l’abilitazione di servizi che vanno a beneficio dell’intera collettività, servizi finora in gran parte negati, soprattutto nei centri meno popolati del Paese e in particolare della Calabria: dalla telemedicina al telelavoro, dall’educazione a distanza all’Industria 4.0 passando per videosorveglianza, domotica e tanto altro ancora. Open Fiber è un operatore wholesale only, realizza cioè l’infrastruttura che mette poi a disposizione di tutti gli operatori di telecomunicazioni interessati. Una volta conclusi i lavori e avviata la vendibilità dei servizi, gli utenti non dovranno far altro che seguire pochissime operazioni: verificare la copertura del proprio indirizzo su www.openfiber.it, contattare uno degli operatori e scegliere il piano tariffario preferito per navigare a una velocità impossibile da raggiungere con le attuali reti in rame o miste fibra-rame. Un passaggio fondamentale verso la Gigabit Society che l’amministrazione comunale di Santa Maria del Cedro ha immediatamente recepito, ponendosi come capofila dell’intera regione.

Coronavirus. Morta 94enne di Oriolo, due nuovi contagi a Rogliano

Scritto da Redazione

Intanto sale il numero delle vittime del coronavirus in Provincia di Cosenza. All’ospedale Annunziata è morta un’anziana di 94 anni di Oriolo, uno dei comuni dichiarati ‘zona rossa’ per la presenza di numerosi contagi. Due nuovi contagi si registrano a Rogliano, il comune non più zona rossa dal 27 aprile. “Registriamo due nuovi casi positivi – si legge in una comunicazione del comune – che sono già in isolamento domiciliare poiché appartenenti al nucleo familiare di un soggetto affetto da COVID. L’ASP ha comunicato che ripeterà i tamponi per avere conferma della positività”.

ORDINANZA FASE2. ANCHE LA PROVINCIA DI COSENZA DICE NO

Scritto da Redazione

“Bisogna ripartire e rimettere in moto l’Italia e l’economia. Siamo tutti consapevoli di questo e tutti, nei nostri rispettivi ruoli, ci stiamo attrezzando per garantire nella Fase 2 sicurezza e, allo stesso tempo, impedire una profonda crisi sociale ed economica”. Lo afferma, in una nota, il presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci. “Condivido la necessità evidenziata dal Governo nazionale prosegue Iacucci – di avviare aperture scaglionate delle varie attività: d’altra parte gli sforzi e i sacrifici fatti dagli italiani negli ultimi due mesi non possono essere vanificati e se una task force di esperti ha evidenziato più volte il pericolo di un contagio di ritorno è molto importante mantenere un’unicità di comportamenti a livello nazionale e locale, a tutela della sicurezza dei cittadini. In Calabria, sia grazie alle decisioni prese dalle istituzioni e sia grazie al comportamento responsabile e rigoroso dei cittadini, siamo riusciti a contenere il numero dei contagi e sicuramente dopo il 18 maggio, come ha detto il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, bisognerà tenere conto anche delle diverse curve epidemiologiche, regione per regione. Per questo motivo, l’ordinanza emessa ieri sera dal presidente della Regione Jole Santelli mi sembra sicuramente inopportuna e in forte contraddizione con le dichiarazioni rilasciate da lei stessa nei giorni scorsi”. “Non solo per i contenuti che vanno in contrasto con il Dpcm nazionale – sostiene ancora il presidente della Provincia di Cosenza – ma, ancora una volta, per il metodo. E in questa emergenza la Regione continua ad operare in solitaria: senza alcun coinvolgimento delle autonomie locali, senza aver sentito i sindaci che sono poi gli esecutori sul territorio, nonché i responsabili della salute pubblica. Anzi, viene emessa un’ordinanza a tarda sera che dovrebbe trovare applicazione già dal mattino successivo rendendo praticamente impossibile il lavoro dei sindaci ma anche dei privati interessati. Rinnovo ancora una volta, come presidente della Provincia e come sindaco, l’invito alla presidente della Regione a collaborare con il sistema delle autonomie locali, ribadendo la mia piena disponibilità a coordinare i sindaci del cosentino sia nella gestione di eventuali problematiche sia nelle ordinarie decisioni che riguardano la Fase 2”.

CASTROVILLARI. SOCCORSERO ANZIANO POSITIVO AL COVID-19: TAMPONI NEGATIVI

Scritto da Redazione

Sono risultati negativi tutti i tamponi effettuati sulle persone che parteciparono ai soccorsi all’anziano di Castrovillari, vittima di un caduta nella propria abitazione, risultato positivo al Covid -19 lunedì scorso. Adesso si attende l’esito dei tamponi effettuati sul personale sanitario dell’ospedale che ha avuto contatti con l’anziano. La notizia della negatività dei tamponi sui soccorritori è stata data dal primo cittadino di Castrovillari, Domenico Lo Polito, con un post sulla sua pagina facebook. “Attendiamo con speranza domani – scrive Lo Polito – quelli degli ospedalieri”.

CAMERA COMMERCIO. COSENZA: KLAUS ALGIERI A CAPO COMITATO BMTI SCPA

Scritto da Redazione

L’Assemblea dei Soci di Borsa Merci Telematica Italiana ha deliberato la riconferma di Klaus Algieri, presidente della Camera di Commercio di Cosenza, a presidente del Comitato per il Controllo analogo della società consortile, parte del sistema camerale nazionale. Borsa Merci Telematica Italiana (BMTI S.c.p.A.) è il mercato telematico dei prodotti agricoli, agroenergetici, agroalimentari, ittici e dei servizi logistici. La Società di Gestione di BMTI S.c.p.A è il Consorzio delle Camere di Commercio che predispone, organizza e gestisce la Piattaforma Telematica di negoziazione. Fanno inoltre parte di BMTI la Deputazione nazionale, un organismo con funzioni di vigilanza e di indirizzo generale composto da sette membri, in rappresentanza del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, del Ministero dello Sviluppo Economico, della Conferenza Stato Regioni e Province Autonome, delle Camere di Commercio e di Ismea, e il Sistema delle Camere di Commercio, le quali svolgono un ruolo di supporto al funzionamento della piattaforma di negoziazione e di promozione delle attività. “Il Comitato di Controllo Analogo presieduto da Algieri – è detto in un comunicato – è costituito al fine di conoscere ed interpretare al meglio le esigenze dei Soci, con compiti di orientamento su specifiche aree di interesse e con l’obiettivo di favorire la progettazione di attività aziendali in linea con i fabbisogni dei soci. Il Comitato ha inoltre il compito di controllare e vigilare sulla corretta attuazione da parte dell’Organo Amministrativo degli indirizzi strategici deliberati dall’Assemblea, concorrendo in tal modo all’attuazione del controllo analogo da parte dei soci stessi”.

MENDICINO (CS). GIOVANE ARRESTATO DAI CARABINIERI PER DETENZIONE DI SOSTANZE STUPEFACENTI AI FINI DI SPACCIO

Scritto da Redazione

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Cosenza hanno arrestato un 23enne di Mendicino per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di controlli, i militari hanno sorpreso il giovane mentre cedeva 5 gr di marijuana ad un coetaneo. A seguito di una perquisizione domiciliare, sono stati rinvenuti altri 221 gr di marijuana e 41 di cocaina. Il GIP del Tribunale di Cosenza, nel corso dell’udienza di convalida, ha disposto per il ragazzo gli arresti domiciliari.