Accordo comune di Crotone-Eni: Entro l'anno 5 milioni di euro per 21 progetti

, Published in Crotone
  • Visite: 36

Il Comune di Crotone nel primo piano annuale degli interventi derivato dall’accordo con Eni dello scorso 21 dicembre impegnerà 5 milioni di euro per 21 opere di riqualificazione, interventi infrastrutturali e servizi. L’accordo porterà complessivamente nelle casse del comune 16 milioni e 700 mila euro nei prossimi cinque anni. Il piano per il 2023 è stato presentato nel corso di una conferenza stampa dal sindaco Vincenzo Voce che era accompagnato dagli assessori della sua giunta.1,9 milioni euro saranno destinati al ripristino dei serbatoi di acqua in località S. Giorgio che permetteranno di sopperire ad eventuali emergenze idriche. Il sindaco Vincenzo Voce ha assicurato che “questo intervento si farà entro l’anno“. I fondi dell’accordo Eni serviranno anche per i servizi scuolabus e refezione scolastica: 510 mila euro verranno utilizzati per la prima annualità dell’affidamento triennale per il trasporto scolastico mentre 480 mila euro per la prima annualità dell’affidamento triennale per la mensa scolastica. La giunta ha anche previsto di usare 400 mila euro per la progettazione della nuova strada Tufolo-Farina il cui costo complessivo di 4 milioni sarà finanziato sempre attraverso i soldi dell’accordo nelle annualità successive. Tra gli interventi anche 100 mila euro per la progettazione di un intervento di protezione della fascia costiera a nord di Capo Colonna, mentre 500 mila euro saranno impiegati per la riqualificazione dei quartieri periferici (Papanice, Apriglianello, Tufolo – Farina, Poggio Pudano, Margherita, Gabella, Cantorato, Iannello, Capo Colonna, Salica) e 250.000 euro per riqualificare immobili comunali; 50 mila euro sono previsti per l’installazione di telecamere di videosorveglianza, mentre 80 mila euro serviranno per realizzare varchi automatizzati per le ztl (si inizierà dal lungomare di Crotone); 50 mila euro serviranno per incrementare il verde cittadino. In base all’accordo una parte dei fondi devono essere destinati a interventi per la promozione culturale: 100 mila euro sono destinati a grandi eventi nella stagione estiva, ed altrettanti per quella del nuovo teatro. Per quest’ultimo, atteso da 30 anni, il sindaco ha detto che “si conta per l’autunno di poterlo inaugurare”; 260 mila euro sono destinati ad interventi di intrattenimento culturale (tra questi 50 mila euro per i festeggiamenti mariani e 50 mila euro per il “Kroton Jazz Festival”). Grazie all’accordo Eni saranno anche acquistate attrezzature (50 mila euro), noleggiate le luminarie natalizie (50 mila) e svolte azione di marketing territoriale (60 mila euro). “Quello ottenuto con Eni è un risultato straordinario – ha detto Voce – che stiamo già traducendo in opere e servizi per i cittadini“.

Nessuna descrizione della foto disponibile.