Crotone

CROTONE. TRUFFA NELLE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA: LA GDF SEQUESTRA BENI PER 230.000 AURO A 10 IMPRENDITORI

Written by Redazione

I finanzieri del Comando provinciale di Crotone hanno sequestrato beni per 230 mila euro a dieci imprenditori indagati per truffa aggravata nell'ambito di una indagine contro gli illeciti in materia di spesa pubblica. Gli accertamenti sono stati compiuti nei confronti di 59 imprenditori agricoli dei comuni di Isola Capo Rizzuto, Cutro, Strongoli per verificare la legittimità delle percezioni di finanziamenti comunitari nel settore della politica agricola comune. I dati acquisiti, confrontati con le informazioni dell' Arcea – l’Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura e dai Centri di assistenza agricola – hanno consentito di scoprire istanze di accesso ai contributi comunitari con l'uso di contratti di affitto intestati a soggetti risultati morti o con falsi titoli di possesso. 45 gli imprenditori complessivamente denunciati nell’operazione denominata “Cronos 2”, per 10 dei quali è scattato il sequestro di beni.

TROVATE A CROTONE TELE RUBATE 25 ANNI FA AL SANTUARIO DI SCAFATI: DOMANI LA RICONSEGNA

Written by Redazione

Domani alle 18.30 saranno riconsegnati alla comunità francescana della provincia salernitano-lucana due dipinti che erano stati sottratti nel 1994 dal Santuario della Madonna dei Bagni di Scafati. Si tratta di due dipinti olio su tela risalenti al XVIII secolo in onore di San Pasquale Baylon e San Francesco di Paola. Sono state trovate in un negozio di antiquariato di Crotone dopo la comparazione delle immagini con quelle della banca dati gestita dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, che ne ha confermato la provenienza illecita. Successivamente sono stati sottoposti a un esame diagnostico da parte di restauratori della Soprintendenza di Cosenza e di ricercatori dell'Università degli Studi della Calabria. Le indagini condotte dal Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza, guidato dal capitano Bartolo Taglietti, hanno permesso di denunciare due persone ritenute responsabili di ricettazione e riciclaggio.

L'immagine può contenere: spazio al chiuso

CROTONE. SBARCATI 31 MIGRANTI

Written by Redazione

Una barca a vela con a bordo 33 persone, 31 dei quali migranti, è stata intercettata dalla sezione di Crotone del Reparto operativo aeronavale di Vibo Valentia della Guardia di finanza, al largo di Capo Cimiti. I militari hanno abbordato l'imbarcazione, battente bandiera Usa, individuando i due presunti scafisti, di nazionalità russa che sono stati fermati e 31 migranti, tra cui due donne e diversi minori di etnia curdo-irakena e curdo-iraniana. Il veliero è stato condotto nel porto di Crotone. I migranti sono stati portati nel Centro di prima accoglienza di Isola Capo Rizzuto.

CROTONE, LA POLIZIA SANZIONA CONDUCENTE TIR CON CRONOTACHIGRAFO ALTERATO

Written by Redazione

Nel corso di un servizio di controllo sulla Ss106, gli uomini della Polizia Stradale di Crotone hanno fermato un tir diretto in Sicilia. Hanno riscontrato anomalie sul cronotachigrafo che hanno spinto gli agenti ad ulteriori accertamenti. Hanno trovato un magnete sul sensore del cambio del veicolo che consentiva di registrare delle pause di guida anche il veicolo era in movimento. All’autista è stata sospesa la patente, decurtati 10 punti e sequestrato il mezzo oltre ad una sanzione pecuniaria di 1.736 euro.

CROTONE. CARABINIERI SMANTELLANO TRAFFICO DI REPERTI ARCHEOLOGICI: 23 ARRESTI

Written by Redazione

I carabinieri del Comando Tutela patrimonio culturale, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Crotone, hanno smantellato una holding criminale che gestiva un ingente traffico di beni archeologici. I reperti, provento di scavi clandestini in Calabria, venivano esportati illecitamente fuori dall'Italia. 23 le persone arrestate (due in carcere e 21 ai domiciliari) delle quali 19 sul territorio nazionale e quattro nel Regno Unito, in Germania, Francia e Serbia. Complessivamente sono 123 le persone indagate nell’operazione denominata “Achei”. Le indagini, avviate nel 2017, hanno permesso di recuperare numerosi reperti archeologici, per un valore di alcuni milioni di euro.
I nomi dei fermati:
Agli arresti sono finiti: Giorgio Salvatore Pucci, 58 anni di Cirò Marina (Kr) e Alessandro Giovinazzi, 30 anni di Scandale (Kr). Ai domiciliari: Antonio Camardo, 56 anni di Pisticci; Raffaele Gualtieri, 56 anni di Isola Capo Rizzuto (Kr); Santo Perri, 58 anni di Sersale (Cz); Alfiero Angelucci 70 anni di Trevi (Pg); Enrico Cocchi, di Castano Primo (Mi); Francesco Comito, 30 anni di Rocca di Neto (Kr); Giuseppe Caputo, 42 anni di Dugenta (Bn); Sebastiano Castagnino, 47 anni di Petilia Policastro (Kr); Simone Esposito, 35 anni di Rocca di Neto (Kr); Giuseppe Gallo, 68 anni di Strongoli (Kr); Domenico Guareri, 65 anni di Isola Capo Rizzuto (Kr); Vittorio Kuckiewicz, 72 anni di Fermo (Fm), Franco Lanzi, 67 anni di Norcia (Pg); Leonardo Lecce, 70 anni di Crotone; Raffaele Malena, 72 anni di Cirò Marina; Marco Godano Otranto, 26 anni di Crotone; Renato Peroni, 48 anni di Magnago (Mi); Vincenzo Petrocca, 55 anni di Isola Capo Rizzuto; Aldo Picozzi, 67 anni di Castano Primo (Mi); Domenico Riolo, 37 anni di Scandale (Kr) e Dino Sprovieri, 53 anni di Cirò Marina (Kr).

IL COMMENTO DEL MINISTRO DARIO FRANCESCHINI
"Grazie a sofisticate tecniche investigative e alla collaborazione di Europol e delle forze di polizia estere competenti, in Italia, Francia, Regno Unito, Germania e Serbia, il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale ha condotto a termine con successo una vasta operazione di contrasto al traffico illecito di reperti archeologici dalla Calabria al Nord Italia e verso l'estero recuperando migliaia di beni e sequestrando materiali utilizzati per gli scavi clandestini. Un'operazione che dimostra ancora una volta l'eccellenza del Comando dei Carabinieri che opera dal 1969 a difesa del patrimonio culturale italiano". Lo afferma, in una nota, il ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo Dario Franceschini. "A loro, alla Procura Crotone che ha diretto le indagini e a tutti i soggetti che vi hanno partecipato - prosegue il ministro - va il plauso del governo italiano".

CROTONE. PERCEPIVA REDDITO DI CITTADINANZA: ARRESTATO SPACCIATORE DI METADONE E MARIJUANA

Written by Redazione

A Crotone i carabinieri hanno arrestato un 51enne del luogo, titolare di reddito di cittadinanza, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Lo hanno fermato nei pressi del S.E.R.T. e lo hanno perquisito. Aveva con sé un flacone di metadone integro ed altri vuoti così come a casa, dove sono stati trovati altri flaconi della stessa sostanza sprovvisti di etichettatura, due grammi di marijuana e materiale per confezionare le dosi. L’uomo è stato posto ai domiciliari.