Crotone

Crotone

CROTONE. DIVIETO DI DIMORA AD UN GIOVANE PER AVER AGGREDITO UN COETANEO PER FUTILI MOTIVI

Scritto da Redazione

La Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di divieto di dimora nella provincia di Crotone nei confronti di un 23enne, ritenuto responsabile, insieme a suo cugino di 17 anni, di lesioni personali gravi su un ragazzo. A seguito di una lite avvenuta nel mese di agosto per futili motivi, i due aggredirono con calci e pugni la vittima davanti ad un chiosco, lasciandolo sull’asfalto con ferite al viso e alle gambe. Trasportato in pronto soccorso gli vennero diagnosticate contusioni multiple e una frattura alla costola.

CROTONE. 13 PERSONE ARRESTATE PER SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI VICINO LE SCUOLE

Scritto da Redazione

I carabinieri di Crotone hanno eseguito in Calabria ed in altre regioni, un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip distrettuale di Catanzaro, su richiesta della Dda, a carico di 13 persone accusate di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. L'organizzazione sgominata con l'operazione "Acquamala", aveva la sua base operativa nel quartiere rom "Acquabona" di Crotone e svolgeva la sua attività di spaccio anche nei pressi di alcune scuole utilizzando minori. Cinque gli obblighi di dimora eseguiti dai carabinieri. Gli indagati sono complessivamente 57. Per 10 delle persone coinvolte nell'operazione é stata disposta la custodia cautelare in carcere, mentre per le restanti tre sono stati applicati gli arresti domiciliari.

ROSETO CAPO SPULICO. ARRESTATI DUE POLACCHI CHE TRASPORTAVANO 26.000 LITRI DI GASOLIO DI 'CONTRABBANDO'

Scritto da Redazione

I finanzieri della Tenenza di Montegiordano, nel cosentino, hanno arrestato due persone di nazionalità polacca che trasportavano, illecitamente, circa 26.000 litri di gasolio. I due, provenienti dall’Est europeo e diretti in Sicilia, viaggiavano a bordo di un grosso autoarticolato, sottoposto a controllo sulla Statale 106 nel territorio di Roseto Capo Spulico. Sul documento di trasporto c’era scritto che si trattava di “olio lubrificante esausto” non sottoposto ad accise, ma ispezionando il carico le fiamme gialle hanno capito che si trattava di gasolio di contrabbando destinato con ogni probabilità al mercato nero siciliano.

ROCCA DI NETO. DENUNCIATO 70ENNE TROVATO CON TARTARUGHE A RISCHIO ESTINZIONE

Scritto da Redazione

I carabinieri di Rocca di Neto, in provincia di Crotone, insieme a quelli della Stazione Forestale di Santa Severina, hanno denunciato un 70enne del luogo che teneva in una porcilaia rudimentale 47 testuggini di una specie protetta a rischio estinzione. Le tartarughe sono state sequestrate ed affidate in custodia giudiziale al Centro recupero animali selvatici di Catanzaro.

COMUNE DI ROCCA BERNARDA; NON C'E' INFILTRAZIONE MAFIOSA

Scritto da Redazione

Non sarà sciolto per infiltrazioni mafiose il Comune di Roccabernarda, in Provincia di Crotone. Il Ministro dell'Interno, con decreto, ha disposto la conclusione del procedimento di scioglimento dal momento che dal lavoro svolto dalla Commissione di accesso capeggiata dal Prefetto di Crotone Fernando Guida, ha evidenziato l'insussistenza di elementi concreti per procedere allo scioglimento. Il procedimento era stato avviato dopo l'operazione "Trigarium" coordinata dalla Dda di Catanzaro che vedeva indagati per falsità ideologica in atti pubblici e abuso d'ufficio, il responsabile e un funzionario dell'Ufficio tecnico del comune di Roccabernarda.

MANTOVA. VIOLENZA SESSUALE DI BRANCO A 21ENNE: ARRESTATI 4 GIOVANI DI CUTRO

Scritto da Redazione

Quattro giovani di Cutro di età compresa tra i 18 ed i 23 anni sono stati arrestati e portati in carcere a Crotone perché accusati di violenza sessuale di gruppo, lesioni, violenza privata e furto. Sarebbero membri del branco che il 23 giugno scorso ha violentato una 21enne dopo una serata trascorsa in una discoteca di Mantova. La ragazza aveva accettato un passaggio in auto da un giovane conosciuto quella sera. Nel parcheggio esterno del locale è stata percossa da alcuni complici del giovane, caricata su un'auto dopo essere stata derubata del telefonino e abbandonata in aperta campagna.

L'immagine può contenere: una o più persone, notte e spazio all'aperto