Vibo Valentia. Azzerati i fondi vincolati da ricostituire

, Published in Vibo Valentia
  • Visite: 15

Vibo Valentia,  “La forte azione di risanamento dei conti pubblici messa in campo da questa amministrazione ha portato ad un risultato che, numeri alla mano, non lascia spazio ad interpretazioni o strumentalizzazioni di sorta: per la prima volta da lustri il Comune di Vibo Valentia non ha più in bilancio fondi vincolati da ricostituire”. Ad affermarlo il sindaco Maria Limardo che, con l’assessore al Bilancio Maria Teresa Nardo e tutta la giunta, col supporto fondamentale dei dirigenti e del personale degli uffici finanziari, ha lavorato in questi tre anni di amministrazione con l’obiettivo primario di migliorare in maniera sensibile il bilancio comunale. “Sulla base della ricognizione effettuata, con la quantificazione dei residui attivi e passivi, alla data del 31/12/2022 l’importo dei fondi a destinazione vincolata - continua il primo cittadino - è pari ad euro 36.686.436,39, e pertanto, visto il fondo cassa alla medesima data pari ad euro 39.686.436,39 non risultano fondi vincolati da ricostituire. Nel 2019, sin dal nostro insediamento abbiamo messo in campo una serie di azioni incisive per migliorare il trend, che già al 31/12 di del 2019 produceva i suoi primi effetti, con le somme da ricostituire calate a circa 9 milioni. Il capitolo dei fondi vincolati da ricostituire, che rappresentava una delle criticità maggiori per l’ente, dopo una cura rigorosa e l’attivazione di meccanismi migliorativi, ci ha portato oggi ad azzerare quelle somme, poiché quel che abbiamo in cassa è sufficiente a colmare del tutto quella voce di bilancio. Siamo ben consapevoli delle criticità di cui soffre l’ente dal punto di vista economico-finanziario, ma sono i fatti a dimostrare, al di là di ogni polemica o strumentalizzazione, che la strada intrapresa è la sola possibile per raggiungere il risultato che tutti noi ci siamo prefissi, ovvero il risanamento dei conti che è l’unico strumento in grado di garantire ai cittadini quei servizi all’altezza delle aspettative di ognuno”