Calabria

Calabria

Calabria. Occhiuto schiera il Professore Marcello Minenna come nuovo assessore

Scritto da Redazione

E' il professore Minenna, l'uomo scelto dal Presidente della Regione Calabria Occhiuto, come nuovo assessore regionale di area tecnica. Marcello Minenna, economista e dirigente, vanta una grande esperienza nella pubblica amministrazione. "Ho conosciuto Minenna negli scorsi mesi - dichiara Occhiuto - durante il suo mandato alla guida dell'Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli, e collaborandoci ho potuto apprezzare le sue qualità, le sue competenze, la sua determinazione. Seppur scelto dal presidente della Regione, sarà un assessore indipendente che, in relazione alle materie delle quali avrà la responsabilità, agirà da tecnico nell'esclusivo interesse del nostro territorio. A lui ho deciso di affidare deleghe strategiche per la Calabria, fino ad oggi di mia esclusiva competenza: si occuperà di ambiente e tutela del territorio; programmazione, pianificazione e gestione del ciclo integrato dei rifiuti e delle risorse idriche; programmazione unitaria - che negli ultimissimi mesi era stata seguita dalla vice presidente Giusi Princi -; coordinamento strategico e razionalizzazione delle società partecipate; verifica e attuazione dei progetti strategici del governo regionale. Terrò, invece, per me le deleghe alle infrastrutture e ai lavori pubblici, ad eccezione dell'edilizia scolastica che sarà affidata alla vice presidente Giusi Princi. Un sincero in bocca al lupo a Minenna per questa nuova avventura, e benvenuto a bordo".

 

Calabria. Si dimette l' assessore alle Infrastrutture e ai Lavori pubblici, Mauro Dolce

Scritto da Redazione

"Ho comunicato la scorsa settimana la mia decisione al presidente Roberto Occhiuto e di comune accordo abbiamo deciso di darne notizia nella giornata odierna. Rientrerò nell'Università per riprendere e concludere le attività di ricerca temporaneamente messe da parte, che, insieme ai miei impegni familiari, mi impedirebbero di svolgere nei modi che ritengo necessari i gravosi impegni che l'assessorato affidatomi comporta. Ringrazio il governatore per la fiducia che ha riposto in me, tutti i colleghi della Giunta per il positivo percorso fatto insieme in questi mesi, così come ringrazio il direttore generale del Dipartimento Infrastrutture e Lavori pubblici, Claudio Moroni, e i collaboratori che mi hanno affiancato in questa avventura". Cosi in una nota  Mauro Dolce, assessore alle Infrastrutture e ai Lavori pubblici della Regione Calabria rende pubbliche le proprie dimissioni. "In accordo con il presidente Occhiuto - prosegue  - continuerò ad offrire alla Regione, nelle forme più opportune, la mia esperienza e le mie competenze su determinati progetti strategici che riguardano le infrastrutture della Calabria. Darò volentieri una mano da Roma, che è la città in cui vivo, e di tanto in tanto tornerò da voi, in quella che ormai è diventata quasi una seconda casa".
   

Calabria. Legambiente: Dati positivi per qualità dell'aria

Scritto da Redazione

Il presidente di Legambiente, Anna Parretta, evidenzia nel report che riguarda la regione Calabria, dati tendenzialmente positivi, grazie anche ad un insieme di fattori tra cui le caratteristiche naturali dei territori e la mancanza di realtà industriali inquinanti. Tuttavia, dichiara che i dati ufficiali si fermano al giugno 2022 quando invece "dovrebbe esserne garantita la fruibilità e rese trasparenti le notizie sull'effettivo funzionamento delle centraline di monitoraggio. Appare evidente, continua la presidente Parretta, come tutti i soggetti coinvolti, a partire dalla Regione, debbano attivarsi per risolvere la problematica".

Covid. In Calabria risalgono contagi e ricoveri.

Scritto da Redazione

Risale il numero dei nuovi contagi per Covid in Calabria, passati dai 142 di ieri a 150. Incremento anche dei ricoveri in area medica, che aumentano di tre unità, mentre restano stabili a dieci quelli nelle rianimazioni. Non si registra alcun nuovo decesso. Stabile il tasso di positività, che risulta essere il 7,53% su 1.991 nuovi tamponi. I casi attivi sono 1.639, gli isolati a domicilio 1.496 ed i nuovi guariti 623.142 . I dati sono riportati nel Bollettino quotidiano della Regione redatto sulla base delle comunicazioni dei Dipartimenti di prevenzione delle Aziende sanitarie. A livello provinciale la situazione  è la seguente.
    - Catanzaro: casi attivi 163, di cui 23 in reparto, 9 in terapia intensiva, 131 in isolamento domiciliare; 
    - Cosenza: casi attivi 902, di cui 68 in reparto, 0 in terapia intensiva, 834 in isolamento domiciliare; 
    - Crotone: casi attivi 50, di cui 11 in reparto, 0 in terapia intensiva, 39 in isolamento domiciliare;
    - Reggio Calabria: casi attivi 325, di cui 18 in reparto, 1 in terapia intensiva, 306 in isolamento domiciliare; 
    - Vibo Valentia: casi attivi 75, di cui 12 in reparto, 0 in terapia intensiva, 63 in isolamento domiciliare. 

Identity Black: identità esclusiva Audi

Scritto da Redazione

Audi A3 Sportback, leader del segmento C premium nel 2022, Audi Q3 e Audi Q3 Sportback, best seller dei quattro anelli, e la famiglia Audi Q5, il SUV Audi più venduto nel mondo, vedono ulteriormente rafforzata la propria offerta grazie all’introduzione delle versioni top di gamma Identity Black. Al look esclusivo, cui contribuiscono le finiture esterne e interne in nero, si accompagnano i cerchi in lega Audi Sport con diametri sino a 21 pollici. I proiettori a LED Audi Matrix sono di primo equipaggiamento per Audi Q5 e Audi Q5 Sportback Identity Black, mentre Audi A3 Sportback Identity Black si avvale di serie dei sedili anteriori sportivi. Audi A3 Sportback, nel 2022 leader del segmento C premium con quasi 12mila immatricolazioni in virtù della straordinaria ampiezza del portfolio tecnologico, può infatti contare su ben sei diversi sistemi propulsivi, vede l’allestimento Identity Black collocarsi al vertice della gamma. Dedicato alle varianti con potenze uguali o superiori a 150 CV, nonché alla versione plug-in 1.4 (40) TFSI e S tronic da 204 CV, riprende i contenuti della configurazione S line edition cui aggiunge dotazioni di pregio sia esternamente sia internamente. Ai cerchi in lega Audi Sport da 19 pollici (18 pollici nel caso di Audi A3 Sportback TFSI e) a 5 razze doppie nero antracite, torniti lucidi, si accompagna il pacchetto look nero plus che prevede la finitura in nero degli inserti ai paraurti, delle cornici del single frame e dei cristalli laterali, degli anelli Audi e della sigla modello. Caratterizzazione total black anche per le calotte dei retrovisori laterali così come, internamente, per il cielo vettura. L’esclusività di Audi A3 Sportback Identity Black è ulteriormente sottolineata dalla finitura oscurata delle superfici vetrate e dai sedili anteriori sportivi con poggiatesta integrati. Non meno accattivante il look di Audi Q3 e Audi Q3 Sportback Identity Black. Best seller dei quattro anelli, tanto che un’Audi su quattro appartiene alla gamma Q3 e un’Audi Q su due è un’Audi Q3 o Q3 Sportback, i SUV compatti vedono aggiungersi alle dotazioni caratteristiche dell’allestimento S line edition i cerchi in lega Audi Sport da 20” a 5 razze doppie con inserti in nero opaco torniti lucidi. Analogamente ad Audi A3 Sportback, sono inclusi nella versione Identity Black il pacchetto look nero plus, completo dei mancorrenti al tetto per Audi Q3, i gusci dei retrovisori e il cielo vettura in nero così come la finitura oscurata delle superfici vetrate. Collocato al vertice di entrambe le gamme degli sport utility Audi di segmento C, incluse le versioni plug-in 1.4 (45) TFSI e S tronic da 245 CV, l’allestimento Identity Black amplia ulteriormente l’offerta di Audi Q3 Sportback in quanto disponibile anche per le varianti a trazione anteriore, diversamente dalla precedente configurazione quattro edition, non più a listino.

La Calabria straordinaria protagonista ad Identità Golose

Scritto da Redazione

Raccontiamo memoria, custodiamo futuro. È, questo, il claim con il quale la Calabria Straordinaria parteciperà quest’anno alla 18esima edizione di Identità Golose, per la Regione Calabria vetrina importantissima per promuovere al target internazionale al quale l’evento di Milano si rivolge, l’importante paniere di produzioni agroalimentari locale ed attraverso di esso le esperienze e le emozioni di una terra identitaria e distintiva, inedita ed inesplorata. Per l’evento di Milano, destinato ad un target internazionale e di qualità, appassionato di cucina ed enogastronomia d’autore, la Regione Calabria si avvarrà del prezioso contributo di uomini e donne, artigiani del gusto, pluripremiati chef e ambasciatori dei sapori della nostra cultura, apprezzata in tutto il mondo. Saranno loro a raccontare, attraverso ricette e degustazioni, l’incontro tra tradizione ed innovazione, binomio tra i punti di forza del brand Calabria. Uno spazio emozionale, accogliente ed ospitale. È così che è stato pensato lo stand dedicato alla Calabria: una finestra aperta sulla bellezza della nostra biodiversità. La stessa cura è stata utilizzata per gli ingredienti che comporranno la dispensa: ingredienti ed icone dell’agroalimentare, prodotti certificati DOP e IGP e vini ad accompagnare la Calabria Straordinaria a tavola. “La nostra terra – commenta l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – ci sarà, con orgoglio, forte delle sue eccellenze agroalimentari e del talento dei suoi figli, chef rinomati a livello internazionale ed ora anche ambasciatori delle ricchezze calabresi e simbolo della narrazione di valori e risorse che raccontano di una Calabria diversa dai soliti stereotipi, quella autentica e genuina che il mondo – proprio attraverso i prodotti di qualità e la buona tavola – sta dimostrando di apprezzare sempre più, conoscendone ed ammirandone ogni giorno di più anche la storia, le bellezze culturali, le nobili tradizioni”. “Come già in occasione di Artigiano in Fiera – sottolinea dal canto suo l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico, Rosario Varì – ci si muove sinergicamente per esaltare al meglio e presentare in maniera adeguata al mondo i veri punti di forza della Calabria, assi portanti di una crescita che segue le direttrici della valorizzazione di risorse e talenti tutti con radici rigorosamente calabresi, secondo un modello di sviluppo endogeno che rompe, anche idealmente, un vecchio schema di dipendenza da aiuti e fattori esterni, proponendone uno nuovo e diverso, sostenibile e possibile”. Ogni giorno allo stand della Calabria si alterneranno tante degustazioni, curate da una decina di professionisti dell’alta gastronomia provenienti da tutta la regione.