Reggio Calabria

Nuova vita per il CIAPI di Catona. Sopralluogo della vice presidente Princi e del consigliere Neri

Written by Redazione

Nuova vita per il Ciapi. Stamattina si è concretizzata l'importante iniziativa della Regione Calabria che rappresenta la dimostrazione della volontà di dare nuovamente lustro alla vecchia sede dell'ex centro interregionale e avviamento professionale, di proprietà regionale. Si è svolto infatti, presso l'immobile sito a Catona di Reggio Calabria, il sopralluogo da parte della vice presidente della Regione Calabria Giusy Princi, del consigliere e Capogruppo di FdI Giuseppe Neri, del direttore generale del Dipartimento Lavori Pubblici Claudio Moroni e della dirigente del settore Gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare Mara Nasso, accompagnati dalla struttura tecnico amministrativa dei settori Patrimonio ed Economato di Reggio Calabria. Si è così manifestata la volontà politica e tecnica per rimettere a nuovo la struttura di proprietà regionale. Una superficie di oltre 13 mila metri quadrati che, oggi in condizioni di completo degrado dopo anni di abbandono, finalmente, potrà tornare ad essere il fiore all'occhiello dell'Area nord reggina. L'immobile era stato realizzato negli anni '60 e costituì un importantissimo polo di formazione per i primi operai delle Officine Omeca. Qui, venne anche effettuata la formazione degli operai che avrebbero dovuto lavorare alla liquichimica di Saline Ioniche. La volontà espressa dalla vice presidente Princi e dal consigliere Neri, anche con la condivisione del Governatore Occhiuto, è quella di realizzare un centro polifunzionale che sia sede degli uffici della Giunta regionale di Reggio Calabria ma anche, un polo di servizi al territorio come asili nido, attrezzature sportive e centri culturali. Il primo step operativo sarà quello di una delibera della Giunta Regionale con la quale dare indirizzi agli uffici competenti perché siano avviate tutte quelle attività tecnico - amministrative funzionali al raggiungimento dell'obiettivo prefissato. "Continua il lavoro meticoloso del presidente Occhiuto e della Giunta Regionale per valorizzare ancor di più un territorio che merita tutta l'attenzione possibile e che deve recuperare ritardi accumulati negli anni - afferma la vice presidente Princi -. Il mio impegno personale sarà quello di operare all'interno della Giunta affinché assieme agli altri colleghi coinvolti, siano individuate le necessarie risorse". Sulla stessa lunghezza d'onda il Capogruppo di FdI Neri che, peraltro, ha uno stimolo particolare sia per motivi affettivi che per essere consigliere di riferimento del quartiere.  "Esprimo profonda soddisfazione perché finalmente, si realizza un desiderio di riqualificazione di questa importante struttura immobiliare grazie alla sensibilità del presidente Occhiuto e della vice presidente Princi. Potremo realizzare così una Cittadella dei servizi che sia utile al territorio anche in un'ottica di sviluppo economico dell'area. È un impegno che avevo assunto e che oggi, trova l'avvio della sua concretizzazione - conclude Neri -. L'obiettivo è quello di traguardare entro la fine della legislatura, il completamento dell'opera".

A Reggio Calabria il seminario “Cultura e salute. Nuovi modelli per il benessere della comunità”

Written by Redazione

Si svolgerà il 21 ottobre il seminario dal titolo “Cultura e salute. Nuovi modelli per il benessere della comunità” promosso dall’associazione “Calabria dietro le quinte – APS” e previsto nella programmazione di animazione territoriale del progetto “New Theatre Training” progetto sostenuto dall’avviso “Reggio Resiliente” del Comune di Reggio Calabria e cofinanziato dall’Unione Europea – Fondo Sociale Europeo, Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020. L’incontro tematico è aperto agli enti del Terzo settore, ai cittadini e agli operatori del settore sociale e culturale che intendano approfondire strumenti emodalità di welfare culturale attraverso esempi di nuove progettualità a carattere sociale, culturale e ricreativo sperimentate e realizzate nelle periferie urbane. La cultura, in quanto esperienza di senso che agisce sulla dimensione cognitiva quanto su quella emozionale, è profondamente connessa allo sviluppo umano, alla fioritura delle persone e delle comunità. La pandemia di Covid19 ha fatto emergere la necessità di attivare nelle nostre comunità percorsi culturali e sociali di resilienza in grado generare un nuovo modello di benessere e salute. L’evento, moderato dal vice-presidente di "Calabria dietro le quinte" Giuseppe Scorza, si svolgerà il prossimo sabato alle ore 18, presso Spazio Open in via Filippini a Reggio Calabria in collaborazione con “Città del sole edizioni”. Durante l’incontro sono previsti gli interventi degli esperti: Maria Daniela Rossi - cooperativa CISME, Denise Caruso - Centro per minori "Giovanni Paolo II e Antonella Cuzzocrea – editore di Città del sole edizioni.

La partecipazione è gratuita. Per informazioni e prenotazioni è possibile inviare una e-mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..
L’iniziativa completa la programmazione che, in questi mesi, ha coinvolto la cittadinanza e le associazioni della città di Reggio Calabria attraverso spettacoli, interviste, questionari e incontri del progetto “New Theatre Training”.

 

GRANDE ADESIONE AL FLASH MOB “IL PORTO DI GIOIA TAURO NON SI FERMA”. LA CALABRIA SI È STRETTA INTORNO AL PORTO DI GIOIA TAURO

Written by Redazione

La Calabria ha risposto oltre ogni aspettativa e si è stretta intorno al suo porto. Stamattina, di fronte il gate dello scalo portuale di Gioia Tauro, hanno voluto essere presenti centinaia e centinaia di manifestanti per dire che “Il porto di Gioia Tauro non si ferma”.

<<Dopo aver doverosamente sensibilizzato Governo nazionale e Commissione Europea, anche suggerendo soluzioni condivise con altri porti europei coinvolti, - spiega il presidente dell’Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno meridionale e Ionio Andrea Agostinelli - abbiamo inteso promuovere una manifestazione spontanea davanti al nostro “gate portuale”, che ha visto un’altissima e autorevole partecipazione, con il coinvolgimento dei livelli apicali della politica calabrese, delle istituzioni locali, parlamentari, delle forze produttive e di tutte le organizzazioni sindacali, durante la quale l’intera Regione si è stretta intorno al proprio porto ed ai suoi lavoratori, confidando che una azione politica trasversale ed unita possa riflettersi, a livello di Unione europea, in un sollecito “riesame” della Direttiva ETS>>.

Tra i presenti, il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto, numerosi esponenti delle istituzioni regionali, parlamentari ed europarlamentari calabresi, oltre 50 sindaci, tutte le sigle sindacali, le imprese portuali, tra le quali l’azienda Tonno Callipo, con 52 dipendenti accompagnate dal presidente Pippo Callipo.

Tra le associazioni di categoria, ha partecipato Aldo Ferrara, presidente di Unindustria Calabria, e quindi l’intera comunità portuale.

Tutti insieme, in una coloratissima manifestazione di fronte al gate portuale, hanno fatto cerchio intorno al porto di Gioia Tauro che offre lavoro a circa 4 mila addetti tra diretto ed indotto, produce quasi il 50% del Pil privato calabrese e rappresenta la più grande piattaforma logistica dell’Italia e dell’Europa meridionale, uno dei più grandi hub portuali del Mediterraneo.

 

<<La Direttiva 2023/959 “Emission Trading Scheme”, cui deve essere riconosciuto il merito di perseguire interessi nobili quali la tutela dell’ambiente, tuttavia preoccupa, e non poco, l’assetto della logistica europea con il rischio di un effetto distorsivo nel settore strategico dei trasporti marittimi. - continua Agostinelli - Le stesse Istituzioni europee sono consapevoli del rischio di delocalizzazione degli hub di transhipment europei, tanto da aver previsto una norma specifica antievasione che, sebbene comprovi la fondatezza del rischio, non risolve assolutamente il problema, poiché mantiene un favor ai porti nord-africani in tema di rimborso delle emissioni prodotte>>.

A fine manifestazione, l’intero cluster marittimo, attraverso anche le parole del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, ha voluto inviare un chiaro messaggio alle Istituzioni europee, affinché si riesca a “riesaminare” la Direttiva ETS in modo da non penalizzare il porto di Gioia Tauro, oggi in piena espansione economica, e, di riflesso, da non affossare la Calabria ed il Mezzogiorno e così indebolire il Paese intero.

Bova Marina, il volo di Icaro completa il mito di Dedalo

Written by Redazione

Il volo di Icaro completa il mito di Dedalo. Inaugurato ieri sera a Bova Marina, nei pressi di capo San Giovanni d’Avalos, la splendida scultura di Dedalo realizzata dall’artista Mimmo Candela. Un’opera d’arte davvero suggestiva che rappresenta uno dei personaggi della mitologia greca, noto soprattutto per essere il costruttore del labirinto del Minotauro, a Creta, riprodotto sul promontorio bovese mentre fornisce le ali ad Icaro. Mettendo di fronte le due sculture è come se si instaurasse un dialogo tra padre e figlio in ordine alle emozioni e al rischio che l’avventura comporta. Da una parte, la fuga del Labirinto verso la libertà, dall’altra l’insuccesso di un’impresa generosa ma, al di sopra delle possibilità umane. Un evento molto partecipato al quale hanno preso parte le istituzioni locali, il primo cittadino Saverio Zavettieri, gli assessori comunali Francesco Plutino e Francesco Orlando attivamente impegnati nell'organizzazione, il mondo associazionistico, la comunità, il Professore Pasquale Casile che si è soffermato sul significato del mito, tutti estasiati dalla bellezza dell’opera. Il mito di Dedalo e Icaro ha sempre ispirato gli artisti nel corso dei secoli. Con le due sculture Bova Marina entra nella mitologia mentre Capo San Giovanni d’Avalos con i suoi richiami storici, religiosi, artistici, diventa un sito di attrazione e da visitare assolutamente. “L’incontro di ieri, promosso dal Comune di Bova Marina in piena sinergia con l'Associazione culturale Calliurghja Arte all'interno del progetto FILICA (Festival Identità Linguistiche Calabresi) ha puntato a ricostruire l'identità storica, culturale, etnica della minoranza ellenofona insediatasi nell'Area Grecanica come risorsa indispensabile per ritrovare orgoglio e forza ma anche, capace di contrastare la tendenza allo spopolamento e all'abbandono di questo territorio – afferma il primo cittadino Saverio Zavettieri -. Una forte identità storico-culturale è alla base di una comunità unita e coesa necessaria, specie in una fase di smarrimento come quella attuale che si vive in Calabria, per un cambio di rotta che apra un futuro sul posto alle nuove generazioni”.

Reggio Calabria. Sport e salute, corsi gratuiti di tiro con l'arco per i giovani reggini

Written by Redazione

Sport e salute, un binomio indissolubile.  Continuano i corsi gratuiti di tiro con l'arco per ragazzi e ragazze dai 9 ai 13 anni presso il centro sportivo Poseidon di Reggio Calabria diretto magistralmente dal presidente Francesco Palumbo, dove si svolgerà venerdì 20 ottobre alle ore 17, un nuovo incontro con la psicologa dello sport che proporrà le tecniche di preparazione mentale utili non solo per la prestazione sportiva ma anche, per la vita di tutti i giorni. Obiettivi del corso che con i ragazzi coinvolge anche i loro genitori, è di promuovere il benessere psico-fisico sviluppando la consapevolezza delle proprie emozioni, educare alla corretta alimentazione, sostenere la parità di genere. "Scopri il tiro con l'arco..... Fino all'ultima freccia" é un vasto progetto che Fitarco (Federazione italiana tiro con l'arco) svilupperà nel corso dell'anno grazie al sovvenzionamento di Sport e Salute e coinvolge oltre 160 società pronte ad accogliere i nuovi giovani arcieri. "Durante le lezioni dove sarà anche affrontata la corretta alimentazione e gli incontri con gli psicologi dello sport rivolti ai giovani che hanno aderito al progetto, saranno approfonditi temi riguardanti la lotta al bullismo, cittadinanza attiva, conoscenza e gestione delle emozioni, doping, tecnica arcieristica -  affermano gli organizzatori -.  Un'opportunità per il territorio reggino e non solo, che grazie alla sinergia tra il centro sportivo Poseidon e l'Asd Sirio Arco Club punta sui giovani e sui loro genitori, per ampliare ulteriormente la base dei praticanti. Sarà poi compito delle Federazioni, portare i neofiti sui campi di tiro per fargli conoscere da vicino il più antico degli sport moderni". Al centro Poseidon, avranno luogo tre appuntamenti con la psicologa ma questo  è solo uno step di un progetto più ampio che prevede tra l'altro, anche degli incontri online per i genitori.  Il progetto sportivo si svolge il martedì dalle 17,30 alle 19,30 e si concluderà a Novembre. Coloro che sceglieranno di continuare questa bella disciplina sportiva potranno tesserarsi all'ASD affiliata alla Fitarco per l'anno sportivo 2024 e continuare l'attività anche, a livello agonistico.
 
 

Accademia di belle Arti di Reggio Calabria. Workshop sulla Pixel Art con il docente Andrea Putortì, Game Artist & Indie Dev.

Written by Redazione

Un appuntamento imperdibile quello programmato dall'Accademia di Belle Arti il prossimo 11,12 e 13 ottobre (con orari dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19) e che vedrà protagonista l'art director, artista 2D/3D e animatore, sia per sviluppatori indie che per grosse aziende videoludiche tripla-A. L’obiettivo del corso, riservato agli studenti delle scuole di Fumetto ed illustrazione, Grafica, Nuove tecnologie dell’arte (triennio e biennio), è di far apprendere tutte le tecniche di pixel art e animazione necessarie alla produzione di Character Design, Environment Design (background in parallasse), animazioni del personaggio (Idle, Walk, ecc.) e a scorrimento del background e ancora, un GIF animata complessiva di tutti i lavori. Il workshop, a cura del professore dell'AbaRc Massimo Monorchio e con la collaborazione del docente Giacomo Tufano, insegnerà quindi ai partecipanti sia l’adattamento delle tecniche di design ai videogiochi 2D retrò, sia l’utilizzo ideale della teoria del colore. "Studenti e studentesse in questi tre giorni, potranno sperimentare ed apprendere tutte le tecniche legate alla Pixel Art e le tecniche di animazione basilari che si applicano nel settore professionale videoludico - ci tiene a sottolinearlo il professore Monorchio -. E poi, si confronteranno con l'Art director ed insegnante Andrea Putortì, ex allievo dell'AbaRc, che dal 2022, è docente di Pixel Art e Animazione presso la The Sign Comics&Arts Academy di Firenze". Una tre giorni impegnativa ed interessante che consentirà anche ai partecipanti di avere assegnato un CFA.