Notizie

Catanzaro. Arci e Agesci individuati per la co-progettazione di attività nei centri di Pontepiccolo e Gagliano

Sono “Arci Catanzaro APS”, capofila di ATS e il “Gruppo Agesci Catanzaro” i due soggetti individuati dalla commissione incaricata di valutare le proposte scaturite dall’avviso pubblico per la co-progettazione con il Comune di Catanzaro, finalizzata alla realizzazione di progetti di sviluppo di comunità – sperimentazione del welfare generativo di quartiere, da realizzare nei centri sociali dei quartieri Pontepiccolo e Gagliano. Per le due strutture, quindi, si apre concretamente la fase di ritorno alla piena funzione sociale, dopo lo stop imposto dall’emergenza pandemica. L’iter che ha portato all’individuazione dei due enti del Terzo Settore selezionati e con i quali si dovranno ora sottoscrivere le convenzioni, si era aperto alla fine del gennaio scorso, quando la giunta comunale, presieduta dal sindaco Nicola fiorita, aveva approvato, su proposta dell’assessore al Welfare Venturino Lazzaro, la delibera avente per oggetto l’atto di indirizzo al settore Politiche sociali per l’emissione dell’avviso pubblico finalizzato appunto a individuare organizzazioni ed enti del Terzo Settore, disponibili a co-progettare con l’Amministrazione Comunale. “Finalmente – commenta l’assessore Lazzaro – si potranno riprendere attività fondamentali per promuovere le relazioni intergenerazionali e la partecipazione attiva  della comunità locale ai processi di creazione di benessere collettivo. I centri sociali sono anelli cruciali della catena del benessere e dunque non posso che ribadire la mia piena soddisfazione, già espressa lungo il percorso burocratico che abbiamo portato avanti celermente, vista l’attesa da parte dei cittadini. Devo però aggiungere che sono soddisfatto anche perché siamo riusciti a garantire un sostegno a chi sarà chiamato a gestire i due centri sociali. Le strutture verranno cedute in comodato d’uso gratuito senza alcun onere per il Comune, ma questo significa che i costi di gestione saranno a carico del soggetto comodatario. Tuttavia, siamo riusciti a garantire la messa a disposizione di risorse pubbliche per un importo annuo massimo di duemilacinquecento euro per ciascun centro a titolo di contributo economico in favore dell’ente del Terzo Settore gestore del progetto. Lo abbiamo fatto coerentemente con l’obiettivo che ci siamo dati sin dal nostro insediamento e cioè contribuire a restituire vivacità e vitalità a tutti i nostri quartieri senza distinzione tra centro e periferie”.

Relazioni internazionali. Tropea sigla accordo con città polacca Nowy Sacz

Costruire, intrattenere e consolidare relazioni istituzionali, in Italia e nel resto del mondo, se considerata ed interpretata come attività di governo, può rappresentare e rappresentare un valore aggiunto indiscutibile nell’azione amministrativa locale non soltanto per le diverse opportunità di scambi e promozione reciproche che naturalmente ne derivano, ma anche e soprattutto per lo stimolo alla comparazione costante tra esperienze virtuose in tutti i settori che quel confronto genera e induce ad emulare, replicando ed adattando modelli positivi già sperimentati. È questa – dichiara il Sindaco Giovanni Macrì – una delle chiavi di lettura del dinamismo, percepito e reale, che ci caratterizza come squadra amministrativa e che ci esorta a metterci sempre in discussione rispetto ad obiettivi di elevazione progressiva degli standard di qualità della vita. È un metodo al quale non rinunciamo, che viene apprezzato molto anche dai media nazionali ed internazionale e sul quale continueremo a misurare l’internazionalizzazione della reputazione esperienziale del Principato. In questa cornice – prosegue il Primo Cittadino – dopo la lettera d’intenti sottoscritta alla fine del 2022 con il collega sindaco polacco Ludomir Handzel, è stato formalizzato nei giorni scorsi anche l’accordo di collaborazione con la città di Nowy Sącz, terza città per estensione e numero di abitanti del voivodato della Piccola Polonia e capoluogo dell’omonimo Distretto. L’obiettivo è quello di favorire lo sviluppo di una cooperazione amichevole delle due amministrazioni e delle due comunità e che, quindi, possa produrre auspicabili, reciproche ricadute turistiche e culturali. Le due Città hanno concordato di avviare e promuovere congiuntamente, attraverso iniziative comuni, progetti, contatti e condivisione di esperienze, gli scambi italo-polacchi, in particolare nelle aree della cultura, dell’arte e dell’istruzione, delle scienze e della tecnologia, dello sport, della ricreazione e del turismo, così come dell’assistenza sanitaria, dell’economia, del commercio e artigianato e della tutela dell’ambiente. Della durata di 10 anni, questo nuovo accordo segue a quello tra la Città di Tropea e la Ryutsu Keizai University (RKU), in Giappone, dove una delegazione istituzionale del Principato, rappresentata dal Primo Cittadino e dall’assessore Greta Trecate, è stato ospite per una articolata missione di promozione turistica dell’intera regione conclusasi nei giorni scorsi nel Parlamento nipponico e con l’incontro proficuo con l’Ambasciatore italiano in Giappone Gianluigi Benedetti.

Cisl Scuola è il primo sindacato del comparto

 Cisl Scuola si conferma il sindacato maggiormente rappresentativo del comparto secondo i dati dell'Aran, per il triennio 2022/24, in lieve vantaggio rispetto alla Flc-Cgil.Cisl Scuola arriva complessivamente al 24,06% derivante da un 23,78% di deleghe e da un 24,34% di voti. Seguono poi la FLC con 23,88%,Uil Scuola con 16,42%, Snals con 12,80, Gilda degli Insegnanti (9,21%) e Anief (6,68%). Fra i sindacati di base spiccano i Cobas, l’USB , la CUB e Unicobas.

LA CALABRIA RICORDA GIOVANNI FALCONE E LE ALTRE VITTIME DELLA STRAGE DI CAPACI

La Calabria ricorda la strage di Capaci nella quale 28 anni fa vennero uccisi il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Il presidente della regione Jole Santelli e le massime autorità istituzionali della Regione a San Luca hanno dato vita ad una iniziativa per ricordare. Presenti rappresentanti delle Prefetture e dei Comuni. Alla facciata di Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale della Calabria, è stato esposto un drappo bianco per rispondere all’appello lanciato da ANCI.

CORONAVIRUS IN CALABRIA. +4 CONTAGI NEL BOLLETTINO REGIONALE

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 37.390 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.118 (+4 rispetto a ieri), quelle negative sono 36.272.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

atanzaro: 46 in reparto; 2 in rianimazione; 60 in isolamento domiciliare; 76 guariti; 32 deceduti.

Cosenza: 22 in reparto; 285 in isolamento domiciliare; 122 guariti; 29 deceduti.

Reggio Calabria: 18 in reparto; 2 in rianimazione; 133 in isolamento domiciliare; 87 guariti; 16 deceduti.

Crotone: 7 in reparto; 46 in isolamento domiciliare; 54 guariti; 6 deceduti.

Vibo Valentia: 53 in isolamento domiciliare; 17 guariti; 5 deceduti.

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi. �Un paziente ricoverato all’Ospedale Pugliese di Catanzaro è di Taranto.�Si precisa che al Policlinico di Germaneto sono stati ricoverati due pazienti provenienti da altre province.

Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.

I soggetti in quarantena volontaria sono 5.326 così distribuiti:

– Cosenza: 418
– Crotone: 1.694
– Catanzaro: 1.907
– Vibo Valentia: 179
– Reggio Calabria: 1.128.

I rientri in Calabria che ad oggi sono stati registrati sul sito della Regione Calabria sono 22.011.
Di questi, i rientri registrati per ritorno alla residenza a partire dal 4 maggio sono 4.355; �697 sono le registrazioni per ingressi in regione legati a motivi di lavoro, salute e attività istituzionali.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Il treno storico della Magna Graecia approda a Catanzaro

Anche la città di Catanzaro sarà protagonista il prossimo 4 maggio della Giornata delle Ferrovie delle Meraviglie, organizzata dall’Alleanza della Mobilità Dolce AMODO in partenariato con Federazione Italiana Ferrovie Turistiche e Museali FIFTM, Ferrovie in Calabria APS e Fondazione FS Italiane.  Un treno storico speciale, “Il treno della Magna Graecia”, partirà da Reggio Calabria per raggiungere la stazione di Catanzaro Lido per una piacevole sosta nel quartiere marinaro ed il successivo trasferimento per la visita guidata al Parco archeologico di Scolacium. Un itinerario con cui si inaugura la partecipazione del Comune di Catanzaro – varata con apposita delibera di giunta su proposta della vicesindaco Giusy Iemma e dell’assessore al Turismo Antonio Borelli - all’iniziativa “Viaggia in treno e scopri la Calabria”, promossa dall’A.P.S. Ferrovie in Calabria per la costituzione di un accordo di rete tra Comuni interessati ad elaborare itinerari culturali, naturalistici, enogastronomici alla scoperta del territorio. “Ci prepariamo ad accogliere i turisti ferroviari che arriveranno nel quartiere Lido in questo primo percorso di giorno 4 maggio che sarà l’occasione per sperimentare l’utilizzo dei treni regionali per finalità turistiche”, afferma la vicesindaco con delega alle politiche del mare Giusy Iemma. “Ritengo che questo progetto, che punta alla valorizzazione della mobilità dolce, sia un’ottima opportunità per unire i territori, dalle aree interne a quelle costiere passando per le grandi città, e promuovere modalità di esperienza originali per far conoscere le nostre bellezze. L’amministrazione Fiorita, attraverso questa partnership, intende quindi consolidare non solo l’idea di una Catanzaro sempre più attrattiva e aggregante per i comuni vicini, ma anche la programmazione legata al nuovo Psc, alle politiche del mare, a Bandiera Blu, investendo sulla sostenibilità, sulla rigenerazione urbana e sui programmi educativi rivolti al mondo della scuola”. “In questo percorso – concludono Iemma e Borelli - intendiamo fare rete con le associazioni e con tutte le realtà produttive del territorio, al fine di creare un indotto che, partendo dagli itinerari ferroviari, possa portare benefici a tutta la comunità”.


  • Crotone. Maltrattamenti in famiglia, Allontanamento dalla casa e divieto di avvicinamento per un 48 enne

    Il personale della Squadra Mobile della Questura di Crotone ha eseguito la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e divieto di avvicinamento con applicazione del braccialetto elettronico ad un uomo di 48 anni, indagato per il reato di maltrattamenti in famiglia. Il provvedimento cautelare, disposto dal Gip del Tribunale di Crotone, è scaturito dalla denuncia della donna. Gli accertamenti investigativi condotti dalla Squadra Mobile hanno permesso di ricostruire la vicenda, connotata da aggressioni verbali e fisiche perpetrate per anni dall’uomo nei confronti della moglie, anche dopo la separazione. L’uomo aveva continuato a vessare la donna, non volendo lasciare il tetto coniugale, come concordato nell’atto di separazione. Dopo la denuncia è stata attivata la procedura del “codice rosso”: in breve tempo  sono stati raccolti diversi elementi di riscontro al racconto della donna, per cui la Procura ha avanzato richiesta di idonea misura cautelare al giudice che ha emesso il provvedimento cautelare, eseguito dagli agenti.

     
  • Il treno storico della Magna Graecia approda a Catanzaro

    Anche la città di Catanzaro sarà protagonista il prossimo 4 maggio della Giornata delle Ferrovie delle Meraviglie, organizzata dall’Alleanza della Mobilità Dolce AMODO in partenariato con Federazione Italiana Ferrovie Turistiche e Museali FIFTM, Ferrovie in Calabria APS e Fondazione FS Italiane.  Un treno storico speciale, “Il treno della Magna Graecia”, partirà da Reggio Calabria per raggiungere la stazione di Catanzaro Lido per una piacevole sosta nel quartiere marinaro ed il successivo trasferimento per la visita guidata al Parco archeologico di Scolacium. Un itinerario con cui si inaugura la partecipazione del Comune di Catanzaro – varata con apposita delibera di giunta su proposta della vicesindaco Giusy Iemma e dell’assessore al Turismo Antonio Borelli - all’iniziativa “Viaggia in treno e scopri la Calabria”, promossa dall’A.P.S. Ferrovie in Calabria per la costituzione di un accordo di rete tra Comuni interessati ad elaborare itinerari culturali, naturalistici, enogastronomici alla scoperta del territorio. “Ci prepariamo ad accogliere i turisti ferroviari che arriveranno nel quartiere Lido in questo primo percorso di giorno 4 maggio che sarà l’occasione per sperimentare l’utilizzo dei treni regionali per finalità turistiche”, afferma la vicesindaco con delega alle politiche del mare Giusy Iemma. “Ritengo che questo progetto, che punta alla valorizzazione della mobilità dolce, sia un’ottima opportunità per unire i territori, dalle aree interne a quelle costiere passando per le grandi città, e promuovere modalità di esperienza originali per far conoscere le nostre bellezze. L’amministrazione Fiorita, attraverso questa partnership, intende quindi consolidare non solo l’idea di una Catanzaro sempre più attrattiva e aggregante per i comuni vicini, ma anche la programmazione legata al nuovo Psc, alle politiche del mare, a Bandiera Blu, investendo sulla sostenibilità, sulla rigenerazione urbana e sui programmi educativi rivolti al mondo della scuola”. “In questo percorso – concludono Iemma e Borelli - intendiamo fare rete con le associazioni e con tutte le realtà produttive del territorio, al fine di creare un indotto che, partendo dagli itinerari ferroviari, possa portare benefici a tutta la comunità”.

     
  • Palmi. Ingente sequestro ad una società locale per reati tributari

    I finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, con il coordinamento della Procura di Palmi, diretta da Emanuele Crescenti, hanno eseguito un provvedimento del gip per il sequestro di beni mobili ed immobili per un importo di oltre 220.000 euro, nei confronti di una società di Palmi e del suo rappresentante legale. Nello specifico, sono state sequestrate disponibilità finanziarie della società, oltre a beni mobili ed immobili riconducibili al rappresentante legale. Le indagini condotte dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Palmi,  hanno riguardato un sofisticato sistema di frode che avrebbe consentito di compensare indebitamente debiti tributari e previdenziali con crediti fiscali inesistenti. A conclusione delle indagini, il Gip, condividendo la proposta della Procura, ha disposto il sequestro delle somme evase.

     

Le più belle foto della Calabria

Pentedattilo
Reggio Calabria vista dalla collina Pentimele
Castello di Scilla
vista aerea Spiaggia Le Roccette Tropea
Panorama di Palmi visto da Monte Sant'Elia
Scilla
Zambrone Scoglio del leone
Spiaggia di Capo Vaticano
Tropea
Tropea
Tropea
Tropea protagonista a Masterchef
copertina per Tropea
Tramonto sullo Stromboli visto da Tropea
Capo Vaticano
Castello di Vibo Valentia
Monte Mancuso
Spiaggia di Michelino,Parghelia
Spiaggia di Michelino, Parghelia
Parghelia
Parghelia
Grotta del Palombaro, Tropea
Capo Vaticano vista dal belvedere
Tropea vista aerea
Reggio Calabria e la costa messinese

Facebook Like Box Sidebar