Sport

Calcio. La Unicusano sponsorizzerà la Vibonese

Written by Redazione

L’Università Niccolò Cusano, da sempre impegnata nel sostegno allo sport e ai valori che rappresenta, ha stipulato un nuovo contratto di sponsorizzazione con la US. Vibonese Calcio. Un passo fortemente voluto dall’Ateneo fondato da Stefano Bandecchi, che sosterrà la società calabrese tanto in questo finale di stagione quanto nell’annata 2024-2025. L’accordo ha un’importanza fondamentale per la Vibonese, alla ricerca di nuovi partner di spessore e caratura nazionale come Unicusano. L’Ateneo, dopo una lunga corte da parte della Vibonese e una serie di contatti avviati negli ultimi mesi, è sceso in campo concretamente offrendo un contribuito economico di 100.000 euro alla società del Gruppo Caffo. A fornire maggiori dettagli sull’intesa è stato Antonello Gagliardi, direttore generale del club in un’intervista esclusiva rilasciata a Tag24.it ha espresso entusiasmo e soddisfazione. Il piano della Vibonese è molto chiaro ed è finalizzato ad uno sviluppo concreto in ambito sportivo e non solo. Tra la varie idee, ad esempio, c’è anche quella di fondare un nuovo polo dell’Università Unicusano nella città di Vibo Valentia: “Abbiamo sempre avuto sponsor legati al territorio e al gruppo Caffo, questa è un’opportunità che ci permette di lavorare con attori impegnati sul piano nazionale come Unicusano. Speriamo che l’esempio di Bandecchi possa essere emulato anche da altri imprenditori”. L’interesse nei confronti della Vibonese però non nasce casualmente. Il club rossoblu infatti è riuscito a ritagliarsi uno spazio significativo nel Girone I di Serie D, come testimoniato dai 69 punti raccolti in 33 uscite complessive. Un ruolino di marcia che ha permesso alla formazione guidata da Antonio Buscè di raggiungere il terzo posto in classifica, alle spalle di corazzate come Siracusa e Trapani.

Calcio. Under 15, Dopo la vittoria nel derby vibonese, si ferma a Campo Calabro la corsa regionale della Bulldog Vibo

Written by Redazione

Si ferma sul rettangolo verde di Campo Calabro (RC) l'avventura play off dell'U15 Regionale della Bulldog Vibo.
Dopo aver stravinto il derby tutto vibonese, al Luigi Razza contro Varone e compagni, con un rotondo 1/5 che la dice lunga sulla differenza tra le due squadre, nei quarti di finale contro i favoriti (già vincitori lo scorso anno) della Segato RC i ragazzi nero arancio sfoderano una grande prestazione che mette alle corde per oltre metà dei 90' (supplementari inclusi) la corazzata bianconera. Purtroppo, il regolamento ha penalizzato i ragazzi vibonesi che avevano un unico risultato disponibile, la vittoria. E l'hanno sfiorata in più occasioni, clamorosa quella capitata sui piedi di Parisi al 68', quando mancavano appena due minuti al termine dei tempi regolamentari. Partita tiratissima, ma la Bulldog Vibo sin dall'inizio ha messo in guardia la forte Segato, facendo capire che non si era andati a giocare una partita arrendevole, anzi nei primi 10 minuti la pressione alta dei vibonesi e la determinazione messa in campo hanno permesso di schiacciare la formazione reggina nella propria metà campo, sfiorando due reti. Nella seconda parte del primo tempo è venuta fuori la tecnica della Segato, trascinata da tre elementi di altra categoria che hanno messo in risalto le doti individuali ma poco il gioco di squadra. Secondo tempo giocato ancora con determinazione dai ragazzi vibonesi. Si è assistito ad una partita in cui ci sono stati diversi capovolgimenti di fronte, che hanno evidenziato alcune belle giocate, con cui entrambe le squadre avrebbero potuto portarsi in vantaggio. La più clamorosa a due minuti dalla fine quella creata dai vibonesi, con Grandinetti che si è incollato sulla fascia destra per mettere un traversone per l'accorrente Parisi che in zona centrale davanti la porta dell'estremo difensore reggino ha colpito male di sinistro mettendo la palla a fil di palo. Sarebbe stato il gol che avrebbe portato i ragazzi della Bulldog nella storia del calcio giovanile Regionale. Nei supplementari le squadre erano molto provate per ciò che avevano messo in campo, ma la Bulldog ha dimostrato di avere più gamba e ci ha provato fino alla fine. Anche un gol annullato a Monteleone che depositava la palla in rete a porta vuota, dopo che Lele Blandino lanciato a rete anticipava di testa l'estremo difensore reggino che si accasciava platealmente per terra (scontro fortuito con lo stesso Blandino che lo aveva nettamente anticipato). Da segnalare la "bellissima" cornice di pubblico nero arancio che ha invaso la gradinata, praticamente si è giocato in casa, almeno per l'ambiente esterno che era quasi tutto per i ragazzi vibonesi. Genitori, amici, componenti di altre categorie per tutti i 90' minuti hanno sostenuto i ragazzi vibonesi. Che hanno ricambiato sul campo con una prestazione super, giocando alla pari per tutta la partita contro i favoriti della manifestazione, uscendo imbattuti da una stagione che li ha visti assoluti protagonisti.
 
 
 

Calcio. Serie B, Domenica 5 maggio Ternana-Catanzaro, I giallorossi mirano a consolidare la posizione in classifica

Written by Redazione

Dopo la recente vittoria in una partita difficile contro il Venezia, il Catanzaro di Vincenzo Vivarini si appresta a giocare contro la Ternana con rinnovato ottimismo, mirando a consolidare ulteriormente la propria posizione in classifica. La Ternana, guidata da Roberto Breda, non sarà però un avversario facile, specialmente davanti al proprio pubblico. La designazione di un arbitro esperto come Fourneau è indicativa dell’importanza del match con entrambe le squadre che cercano di concludere la stagione al loro meglio.

Volley. Continua la favola della Marpesca Lory Volley Pizzo obiettivi pienamente raggiunti, in campo e fuori

Written by Redazione

Si chiude un campionato resosi entusiasmante sin dalle prime gare per la lotta al secondo posto in classifica per via delle nuove regole indette nel massimo campionato regionale Fipav Calabria. La testa della classifica, mai in discussione sin dai tempi dei preparativi degli organici, è toccata a Vibo. Le più importanti Società dello scenario del volley femminile calabrese danno il via ad una serie di scontri di alta classifica dall’alto tasso tecnico ed agonistico per accaparrarsi il secondo posto. Le formazioni che hanno occupato dal secondo al settimo posto scendono in campo con risultati mai certi e scontati dando vita ad un campionato nel campionato molto avvincente anche se la seconda piazza è sempre stata a favore della Marpesca con una breve parentesi della Raffaele Lamezia a metà girone di ritorno. Dunque la Marpesca chiude con una vittoria, la ventitreesima su ventisei match, sessantotto punti su settantotto disponibili, settanta set vinti su ottantaquattro giocati. Insomma una marcia di tutto rispetto che ha dato lustro e merito ad un roster costruito per lottare ai piani alti della classifica.  “Avevamo dichiarato ad inizio stagione di voler provare a contrastare la Callipo e mirare ad un’eventuale piazza d’onore. È stata una stagione straordinaria per la nostra Società” dichiara Valentina Sarlo Presidente del sodalizio napitino MARPESCA LORY VOLLEY PIZZO nato proprio in ricordo del figlio Lorenzo troppo prematuramente mancato ai suoi cari per quella che viene definita “la malattia del secolo”. Ancora questa sera abbiamo giocato una pallavolo di altissimo livello, contro un avversario che ha tentato in tutti i modi di chiudere la sua stagione con la soddisfazione di prendere punti alla vicecapolista. Ma sapevamo bene di non poterci permettere nessun passo falso per mantenere i due preziosi punti in classifica che ci distanziavano dalla temibile Raffaele Lamezia che ci inseguiva al terzo posto. Sino ad oggi, sino all’ultima giornata di campionato, il nostro pullman ha viaggiato al completo per sostenere un vero e proprio sogno. Anche nell’ambito solidale la Lory Volley ha mantenuto fede alla programmazione. Si è raggiunti quota € 25.000,00 in questi primi tre anni di vita. Tutti destinati alle importanti Associazioni sul territorio nazionale con le quali collaboriamo e tramite le quali alimentiamo la speranza che si trovi una cura che possa evitare al più presto il ripetersi di storie come quelle del mio Lory. Questa è la MARPESCA LORY VOLLEY PIZZO “ conclude, fiera ed orgogliosa, il Presidente. Ora la società napitina proverà a chiudere i vari campionati del settore giovanile in corso nel migliore dei modi certa già di una crescita di risultati a tutti i livelli.

Calcio. Serie B, Catanzaro - Venezia: le informazioni su viabilità e parcheggi

Written by Redazione

Le disposizioni in occasione del match tra Catanzaro e Venezia previsto mercoledì 1 maggio 2024 alle ore 15.00. L’Amministrazione comunale ricorda che sarà attiva la Zona Giallorossa con l’abituale piano del traffico e la possibilità di fruire dei parcheggi e trasporti pubblici per raggiungere lo Stadio Ceravolo. Le disposizioni partiranno da tre ore prima dell’inizio della partita, con lo scopo di garantire l’accesso e il deflusso agevole dei tifosi e una circolazione regolare nella zona interessata. A ricordarlo è il presidente della Prima Commissione Gregorio Buccolieri, che evidenzia come siano fruibili le due grandi aree parcheggio, Sant’Antonio e Musofalo, con nuovo capolinea in via Schiavi. Per il parcheggio di Sant’Antonio i posti disponibili saranno 500. L’Amc curerà il servizio di trasporto andata/ritorno al costo di euro 1,50 a persona. Le navette avvieranno il trasporto alle 12.30. Per il Musofalo, solito parcheggio e servizio navetta con tariffa ordinaria fino alla zona a ridosso dello stadio. Al termine dell’incontro, dal punto di raccolta in via Schiavi sarà garantito il rientro ai parcheggi facilitando così il deflusso di auto e pedoni. Inoltre, all’interno del parcheggio dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria R. Dulbecco di via Cortese, sui 200 posti complessivi disponibili, 20 saranno riservati come di consueto per i mezzi abilitati al trasporto di persone disabili. La Polizia locale informa che dalle ore 12.00 sarà previsto il divieto di sosta con zona rimozione sulle seguenti strade: Area incrocio Viale Pio X – Via Giovanni XXIII; Via Giovanni XXIII; Via Madonna Dei Cieli (tratto da Coni a Telecom); Area incrocio Via Madonna Dei Cieli – Via Monsignor Fiorentini; Via Monsignor Fiorentini; Piazzale Campo Scuola; Via Paglia (tratto da Cimitero a Stadio); Via Mottola D’amato (tratto iniziale per 100 metri); Via Schiavi (tratto da ingresso Parco a Tangenziale). Si confida nella collaborazione dei cittadini.

Calcio. Eccellenza, Il Sambiase chiude in bellezza infilando 4 goal allo Scalea

Written by Redazione

Il Sambiase conclude il suo campionato trionfale in bellezza: 4-0 allo Scalea. Due reti per tempo: aprono le danze Umbaca e Cataldi, nella ripresa ci pensano Djalo e Costanzo. Con la vittoria di oggi, sono 19 su 19 al “Gianni Renda”, fortino inespugnabile quest’anno. Il Sambiase chiude con la miglior difesa d’Italia, solo 8 le reti subite, e con il miglior attacco del campionato di Eccellenza, 53 goal (gli stessi della Vigor Lamezia). Con il clean sheet odierno, l’imbattibilità della porta giallorossa sale a quota 1180 minuti suddivisi tra Giuliani (1000’) e Martino (180’). Un sentito ringraziamento allo Scalea per i complimenti tributatoci con il “Passillo de Honor” pre gara. Parte fortissimo il Sambiase: al minuto 4, infatti, si sblocca subito la gara. Crucitti imbuca per Cataldi, l’esterno cirotano mette dentro per Umbaca che non sbaglia e fa 1-0. Passano altri 4 minuti e il Sambiase raddoppia: lancio millimetrico di Frasson per Cataldi che stoppa benissimo il pallone, mette a terra un difensore e fulmina Calandra. Al 12esimo Schirripa prova il jolly di prima intenzione da fuori area ma non inquadra lo specchio. Al 35esimo bella combinazione nello stretto Umbaca-Crucitti, il capitano libera il sinistro, respinto da Calandra. Al 41’ Crucitti ancora pericoloso con una conclusione di sinistro a giro che termina fuori. Come nel primo tempo, anche nella ripresa il Sambiase inizia con il piede sull’acceleratore e trova il tris, dopo soli 3 minuti, con Djalo bravo a spingere in rete un assist al bacio di Umbaca. Al 52’ si vede lo Scalea, con la botta da fuori area di Panassidi murata dalla retroguardia giallorossa. Al 61esimo arriva il poker con Costanzo, entrato pochi minuti prima, che con un preciso destro da posizione defilata non lascia scampo all’estremo difensore ospite. Al 68’ si sporca i guantoni Giuliani, attento su un tentativo di Rodi. All’86’ punizione di Di Biase: palla alta sopra la traversa. La partita termina 4-0 per il Sambiase.