Calabria

Calabria

Maltempo. Ciclone "THOR" in Calabria previsto freddo e neve

Scritto da Redazione

Il Ciclone Thor arriva in Calabria con freddo e neve. Nelle ultime ore temperature in picchiata e nevicate sui rilievi con qualche spolverata anche al di sotto degli 800 metri nella regione ma anche pioggia e vento forte. Sono scese sotto lo zero le temperature in diverse località della Sila come a Camigliatello e Lorica e in altre località di montagna della regione. Situazione analoga sulle cime del Pollino e dell'Aspromonte. Mare molto mosso sul versante tirrenico, dove continuano le mareggiate. Non vengono segnalati particolari problemi per la viabilità ordinaria e autostradale. Nelle prossime ore altra aria fredda affluirà dall’Atlantico settentrionale e causerà venti di tempesta sul Basso Tirreno e onde fino a 9 metri verso la Calabria tirrenica. Le previsioni indicano un fortissimo aumento del moto ondoso in serata soprattutto verso le coste tirreniche delle province di Catanzaro, Cosenza e Vibo Valentia. Anche per le prossime ore rimane la previsione di allerta gialla su tutta la regione. 

Covid. Tasso di positività al 10,31% in Calabria

Scritto da Redazione

Nelle ultime 24 ore si sono registrati 8 decessi per Covid in Calabria. 301 i nuovi casi segnalati con un tasso di positività che si stabilizza al 10,31%. A livello provinciale i casi sono così distribuiti:

Catanzaro: casi attivi 191 (29 in reparto, 6 in terapia intensiva, 156 in isolamento domiciliare); casi chiusi 111298 (110874 guariti, 424 deceduti).

Cosenza: casi attivi 1584 (72 in reparto, 0 in terapia intensiva, 1512 in isolamento domiciliare); casi chiusi 184928 (183477 guariti, 1451 deceduti).

Crotone: casi attivi 118 (7 in reparto, 0 in terapia intensiva, 111 in isolamento domiciliare); casi chiusi 59388 (59112 guariti, 276 deceduti). Reggio Calabria: casi attivi 653 (25 in reparto, 0 in terapia intensiva, 628 in isolamento domiciliare); casi chiusi 207560 (206649 guariti, 911 deceduti).
Vibo Valentia: casi attivi 102 (18 in reparto, 0 in terapia intensiva, 84 in isolamento domiciliare); casi chiusi 52970 (52774 guariti, 196 deceduti).

Inflazione. I calabresi spendono molto di più nel settore alimentare

Scritto da Redazione

A causa dell'inflazione la Calabria è fra le prime regioni per l'aumento di prodotti agroalimentari e ristorazione. I calabresi nel 2022 hanno speso 60 milioni in più per pane e pasta; la verdura è costata 30 mln in più, e la carne 45 mln. E' quanto risulta dall'analisi Coldiretti che ha evidenziato gli aumenti su base dati Istat relativi all'inflazione a dicembre, "che fanno segnare nel 2022 l'aumento più ampio dal 1985, trainati dal rincaro dei beni energetici legato alla guerra in Ucraina che fanno penare l'intera filiera, dai campi alle tavole". Dall'analisi di Coldiretti, "le famiglie calabresi hanno speso nel 2022 oltre 200 milioni in più per prodotti alimentari e bevande analcoliche a causa di un aumento medio dell'inflazione del 9,1%, con la classifica degli aumenti che è guidata da pane, pasta e cereali davanti a verdure e carni. Al quarto posto latte, formaggi e uova con 18 mln, che precedono il pesce, e la frutta (+12 mln). Seguono olio, burro e grassi e le bevande analcoliche. Chiudono la classifica zucchero, confetture, miele, cioccolato e dolci e sale, condimenti e alimenti per bambini. "Se i prezzi per le famiglie corrono - continua Coldiretti - l'aumento colpisce l'intera filiera agroalimentare a partire dalle campagne dove più di 1 azienda su 10 (13%) è in una situazione così critica da portare alla cessazione e ben oltre 1/3 del totale si trova costretta a lavorare in una condizione di reddito negativo, secondo il Crea. Sotto pressione - sottolinea la Coldiretti - è l'intera filiera a partire dall'agricoltura dove si registrano aumenti che vanno dal +170% dei concimi al +90% dei mangimi al +129% per il gasolio fino al+500% delle bollette per pompare l'acqua per l'irrigazione. Ma aumenti riguardano anche l'alimentare con il vetro che costa oltre il 50% in più, 15% il tetrapack, 35% le etichette, 45% il cartone, 60% i barattoli di banda stagnata, fino ad arrivare al +70% per la plastica".

RAMIFICAZIONI, NUOVA EDIZIONE IN AUTUNNO

Scritto da Redazione

CORIGLIANO–ROSSANO (Cs), Contribuire a rendere ancora più qualificato il patrimonio di competenze delle imprese culturali dedicate alla danza d’autore per posizionare efficacemente sul mercato internazionale imprese, processi e percorsi artistici Made in Italy. Continua l’impegno dell’associazione ITALÌA & CO che dopo il successo di Ramificazioni Festival che tornerà in autunno per una nuova edizione, nei prossimi mesi porterà in scena un nuovo progetto, anche questo premiato dal Ministero della Cultura. È quanto fa sapere il direttore artistico Filippo Stabile che coglie l’occasione per ringraziare tutte le compagnie, i coreografi e gli artisti che hanno contribuito al successo del primo festival della danza d’autore in Calabria che dallo scorso mese di novembre ha portato in scienza 20 spettacoli, coinvolgendo 14 compagnie di danza, tra le più prestigiose nel panorama nazionale e toccato le 6 città di Corigliano – Rossano, Rende, Cosenza, Soverato, Polistena e Palmi. Risultato vincitore, ottenendo il massimo del punteggio su più di 50 consorzi artistici candidati, nell’ambito dell’avviso BOARDING PASS PLUS 2022 – 2023 – 2024 – 4° Edizione promosso dal Ministero per la cultura, Italìa & CO, insieme al Centro Artemente di Milano, la Compagnia Cornelia di Napoli ed Equilibrio Dinamico di Bari, da aprile a settembre porterà in scena il progetto Multiverso. L’obiettivo è quello di esportare la danza d’autore Made in Italy all’estero. Sono quattro i Paesi che ospiteranno l’evento culturale: Francia, Slovacchia, Scozia e Albania. Il progetto MULTIVERSO ha alla base il concetto di conoscenza, rete di dialogo culturale tra l’Italia e altri Paesi che consenta agli artisti di ampliare i propri orizzonti e internazionalizzare le loro ricerche e pratiche con l’obiettivo di intrecciare tradizione culturale ed innovazione. 365 GIORNI DI DANZA D’AUTORE - L’associazione Create Danza partirà a febbraio con una nuova tournée che toccherà, tra le altre, Milano, ospite di uno degli eventi di punta della città lombarda, con un lavoro coreografico che tocca il tema della violenza sulle donne e Roma, con una tappa nel prestigioso Festival Corpo Mobile. A maggio un web designer si occuperà di documentare tutte le attività degli artisti presentando un lavoro in formato digitale (film maker). Il progetto si concluderà a settembre e sarà presentato al Teatro Abeliano nel Centro di Produzione della Danza Porta D’Oriente di Bari. In autunno la nuova edizione di Ramificazioni Festival interesserà le Città di Corigliano-Rossano, Cosenza, Polistena, Palmi, Lamezia.

Covid. In Calabria contagi in risalita

Scritto da Redazione

In Calabria risalgono i contagi da coronavirus. Il bollettino diffuso dalla regione riporta che su 3.916 tamponi processati nelle ultime ore, 469 sono risultati positivi al covid. Il numero maggiore è stato riscontrato in provincia di Cosenza con 165, segue Catanzaro con 126, Reggio Calabria con 107, Crotone con 46 e Vibo Valentia con 19. A completare il quadro ci sono 6 positivi residenti fuori regione. Le persone attualmente contagiate dal coronavirus in Calabria sono 3.559.Ci sono 2 nuovi decessi per un totale di 3.268 morti. I ricoverati nei reparti covid sono 163, 6 in meno rispetto all’ultima rilevazione e 2 ricoveri in più in rianimazione per un totale di 7.

Occhiuto: "Ok dal ministero ad integrazione Pugliese-Mater Domini".

Scritto da Redazione

"Da qui a qualche settimana istituiremo un grande Policlinico Universitario da 850 posti che renderà ancora più importante la Facoltà di Medicina di Catanzaro". E' quanto ha affermato il presidente della Regione Roberto Occhiuto in un video pubblicato su Facebook. "La scorsa settimana – ha detto il presidente - ho incontrato a Roma il nuovo ministro della Salute, Orazio Schillaci, ribadendo la mia volontà politica di procedere all'integrazione, ed ho chiesto un parere al Ministero per poter andare avanti velocemente su questo percorso. Stamattina ho richiamato il ministro chiedendo una risposta al mio quesito, risposta giunta via Pec: il Ministero ha dato il via libera all'integrazione. Oggi posso dire che faremo l'integrazione tra Mater Domini e Pugliese Ciaccio, che sarà una grande occasione, mai realizzata prima, per la Facoltà di Medicina di Catanzaro e per la città di Catanzaro".